Emilio Robotti, 52 anni, Avvocato (www.avvocatorobotti.it), vivo e lavoro a Genova dove esercito la professione. Da molti anni, come Avvocato, mi occupo delle problematiche relative alla sanità ed al settore sociosanitario profit e no profit, dei servizi sociali, della cooperazione sociale e del terzo settore, degli Enti no profit in genere, oltre che di diritto e nuove tecnologie e privacy. Sono inoltre specializzato nella materia del Diritto Internazionale e dei Diritti Umani, nonché fondatore e segretario della sez,. Ligure della Unione Forense Tutela dei Diritti Umani, storica associazione di Avvocati e Giuristi nata nel 1968, aderente a diverse organizzazioni tra le quali della Fédération International des Droits de l’Homme, la più antica ed importante, della quale è membro affiliato. Da sempre impegnato nell’associazionismo, nel volontariato e nelle attività a difesa dei più deboli e dei diritti fondamentali della persona, ho partecipato alla fondazione ed alla attività di diverse realtà cittadine (L’Associazione Città Aperta e l’Associazione Ludovica Robotti – S. Torpete (http://ludovicarobottisantorpete.jimdo.com/) ad esempio, ma anche l’Associazione Giuristi Democratici di Genova, il Comitato Salviamo la Costituzione genovese ed il Comitato per lo Stato di Diritto) e nazionali (L’Associazione Nazionale Giuristi Democratici) impegnate nella difesa dei diritti, sia come cittadino che come Avvocato. Sono stato anche uno degli “avvocati di strada” e loro coordinatore durante i giorni del G8 di Genova 2001 ed in seguito difensore in sede e civile e penale di persone ed associazioni offese e danneggiate dai reati per tali vicende nei più importanti processi tenutisi sino ad oggi. Sono stato anche uno degli “avvocati di strada” durante i giorni del G8 di Genova 2001 e difensore in sede e civile e penale di persone offese dai reati per tali vicende, nei più importanti processi tenutisi sino ad oggi.

Non ho mai avuto incarichi o nomine pubbliche, tranne quello di membro esperto della Commissione Regionale Cooperative Sociali della Regione Liguria, nonché di Vicepresidente della Fondazione Collegio S. Giovanni Battista di Genova, ente sorto nel XVI secolo, il più antico di Genova.

Prima di intraprendere definitivamente la professione di Avvocato, ho lavorato come educatore professionale nell’ambito sociale e sociosanitario, assumendo anche ruoli di dirigente (consigliere di amministrazione e presidente di Cooperative sociali e loro consorzi) e lavorando come operatore con minori, disabili, pazienti psichiatrici. Per quattro anni ho lavorato quotidianamente negli anni ’90 come educatore in un progetto del Comune di Genova in Convenzione con la Cooperativa sociale della quale ero socio, nel Campo Nomadi di Genova Molassana, esperienza che mi ha consentito di conoscere direttamente le tematiche dell’emarginazione sociale e la cultura dei Romà Khorakhanè e dei profughi bosniaci dalla guerra nell’ex Jugislavia, nonché di laurearmi con una tesi sperimentale dalla quale sono stati estratti alcuni saggi su riviste specializzate ed uno dei pochissimi libri in lingua italiana contenente storie di vita di persone di etnia Rom. Ho all’attivo numerose pubblicazioni scientifiche e non.